Tiziano Daniotti - Jól. Le origini nordiche del Natale

Jól. Le origini nordiche del Natale

Saggio – 2000
pp. 218 Euro 13.40

Seguendo le prime attestazioni della parola che ancora oggi dà il nome al Nata le nei Paesi del Nord, questo libro tesse una trama in cui le ricerche sull’etimologia s’intrecciano con i miti e le tradizioni folkloristiche e cerca di ricostruire in che modo, nella Scandinavia precristiana, si celebrava la festa d’inverno chiamata Jól.
Sulle sue tracce, il lettore attraverserà così l’Europa, passando dai ghiacci d’Islanda alla corte di Costantinopoli, dai fiordi norvegesi alle lande a est del Baltico, dove il mondo germanico e quello uralo-altaico sono entrati in contatto fin dai tempi remoti.
Effettuare una ricerca sulla Scandinavia antica e medievale significa spesso doversi confrontare con fonti frammentarie ed esclusive e con interpretazioni forzate e distorte: da Tacito, Beda e Snorri, fino al goticismo, al pangermanesimo e alle scuole più recenti, molti hanno teso, in un modo o nell’altro, a semplificare, idealizzare, negare l’attendibilità di alcune fonti o a esagerare l’importanza di altre. L’alone di mito e fiaba che circonda queste terre sin dall’antichità, già presente nelle “belle storie” di Erodono, assume spesso così le caratteristiche di una fitta nebbia. Di conseguenza il disegno di una delle principali festività del calendario germanico viene qui tracciato non solo attraverso i resoconti della letteratura scaldica, delle saghe e della mitologia, ma anche con l’ausilio della letteratura critica, delle ricostruzioni del quadro storico e delle testimonianze ancora vive nelle credenze popolari.

Tomas Tranströmer Walter Flex Ernst Jünger Hans Georg Gadamer Hermann Löns Hugo Von Hoffmannstah Csokor Theodor J. W. Goethe Carl Von Linné Janko Leskovar Erich Kaufmann