Heimo Schwilk: Il mio cuore avventuroso - Passaggi nel fuoco e nel ghiaccio

Il mio cuore avventuroso

Prose – 2001
Introduzione di Quirino Principe
Traduzione di Andrea Sandri
pp. 112 Euro 9,29

Questo libro è il resoconto di due viaggi in mondi estremi: il fuoco del deserto arabico durante i giorni della prima Guerra del Golfo e le desolazioni di ghiaccio dell’Artide russa (divenuta accessibile per pochi mesi agli occidentali dopo la caduta dell’impero sovietico).
L’autore - di cui Herrenhaus ha pubblicato un volume su Ernst Jünger – si avventura in paesaggi che, per la meravigliosa e terrificante semplicità elementare dei colori e degli incontri, rivelano all’uomo la propria condizione liberata da ogni filtro e convenzione.
Gli ideali compagni di viaggio di Heimo Schwilk – Carl von Clausewitz, Rudolf Otto, Thomas Mann, Ernst Jünger, T. E. Lawrence, Albert Camus – permettono a questi incandescenti appunti di fine secolo di trovare continuamente una “sponda” in alcune delle voci più autentiche della nostra cultura europea.

Tomas Tranströmer Walter Flex Ernst Jünger Hans Georg Gadamer Hermann Löns Hugo Von Hoffmannstah Csokor Theodor J. W. Goethe Carl Von Linné Janko Leskovar Erich Kaufmann