Georges Burdeau, La sopravvivenza della nozione di Costituzione

La sopravvivenza della nozione di Costituzione

A cura di Elena di Carpegna-Brivio
pp. 39 Euro 15

Con La sopravvivenza della nozione di Costituzione (1956) Georges Burdeau pone la questione del rapporto tra le Costituzioni e le democrazie governanti del secondo dopoguerra. La nozione di Costituzione, nata a seguito della Rivoluzione francese come forma di limitazione del potere basata sulla consacrazione di una precisa idea di diritto, fatica ad adattarsi ad una condizione socio-economica in cui il centro dell’ordinamento non è più il cittadino come essere perfetto di ragione, ma l’homme situé e cioè un soggetto concreto costantemente connotato dal proprio bisogno materiale.

Tomas Tranströmer Walter Flex Ernst Jünger Hans Georg Gadamer Hermann Löns Hugo Von Hoffmannstah Csokor Theodor J. W. Goethe Carl Von Linné Janko Leskovar Erich Kaufmann